L’unico Castello Termale con produzione di proprio Brunello Bio

in

out

Ristorante Da Caino 2 Michelin

Era il 1971 quando Angela e Carisio, detto Caino, aprirono una rivendita di vino dove poter spiluccare salumi, formaggi e alcune preparazioni fredde.
Da allora molta strada è stata fatta è oggi è annoverato tra i migliori d’Italia, rinomato in patria quanto all’estero.
Le stagioni con i relativi colori, profumi e sapori, le loro forme, sono protagonisti della cucina di Valeria Piccini, una cucina immediata dai gusti decisi che sanno di Maremma. Da questa magica terra e da questa esperienza enogastronomica si può essere tentati ed è per questo che lo stesso olio servito ai tavoli proveniente dalla produzione di famiglia può essere acquistato presso l’enoteca insieme ad altre specialità.

A pochi km dalle terme di Saturnia, Montemerano in epoca comunale, rappresentava un’oasi felice.
Difficile immaginare Caino in un luogo diverso da Montemerano, splendido borgo medievale, in cima ad una collina nel comune di Manciano.
L’arredamento è elegante, sobrio, estremamente curato nei particolari. Il caminetto, le tende di lino e luci soffuse creano un ambiente confortevole. Pochi tavoli, soltanto nove, dove si accomodano poco più di 20 persone al massimo, apparecchiati con prezioso tovagliato, piatti rigorosamente bianchi, bicchieri in cristallo e posateria d’argento.

È in questa cornice che Valeria si esprime attraverso le sue inconfondibili ricette. Partita dalla tradizione la supera senza mai dimenticarla. I suoi sono piatti che la rispecchiano: succulenti, dai sapori netti e precisi, giocati su contrasti di aromi, consistenze e temperature. Il risultato deve essere una vera e propria gioia per tutti i sensi, dove il gusto è fondamentale e solo in un secondo momento arriva l’aspetto estetico, che pur è sempre curato.

Tuttavia Valeria non preserva gelosamente i propri segreti in cucina, ma dispensa consigli; è esigente con il suo staff, ma anche materna e comprensiva. Il menù varia di regola una volta al mese, secondo la stagione.


La Cantina

Maurizio Menichetti, dopo anni di esperienza, affida oggi le scelte enologiche al suo esigente e attento palato.
La cantina è davvero spettacolare, scende per diversi metri sotto l’antica piazza del paese creando anfratti, stanze e angoli sotterranei, in cui riposano qualcosa come 20.000 bottiglie.
Nella sua carta è sempre possibile trovare qualche rarità assoluta ed etichette speciali, frutto di cure amorose ma ben lontane dalla notorietà. Oltre a quelle di produzione propria, non manca il meglio della produzione italiana ed estera.